Campionessa Bianca

Nel pomeriggio di domenica passata (12/5, mi piace mettere la data così quando rileggo tra qualche anno ho l’informazione a propositi) siamo arrivati a Campione d’Italia, un territorio italiano in Svizzera. Visto che tornavamo da Lugano e si trovava di strada, ho proposto a mia moglie di fermarci a fare due passi e bere un caffè. Ho parcheggiato davanti al famoso casinò, uno delle quattro case da gioco italiane in deroga, e mi sono indirizzato verso il centro. “Scusa, ma non andiamo al casinò” ha chiesto lei. “Due passi li posso fare da qualsiasi parte, ma non dappertutto posso giocare in casinò”, insisteva. Io da buon marito mi sono piegato, anche se il gioco d’azzardo non mi attira per niente. Siamo entrati, ci hanno chiesto di mostrare le carte d’identità e ci hanno fatto anche la foto; non mi è piaciuto per niente essere registrato in quanto queste cose sento come un attacco alla mia privacy. A Monte Carlo mica ti fanno queste storie.

Volevo prendere i gettoni per giocare, ma mi hanno spiegato che non serve e che basta infilare una banconota svizzera in macchina. Dopo, se vuoi cambiare l’apparecchio o smettere, ti da una ricevuto elettronica con il resto o con la vincita. Mia signora ha scelto la prima slot e abbiamo infilato 10 franchi. Io capivo poco, ma lei niente. Uno di quelli aggeggi dove si gioca a multilinea, 5, 10, 25 o 100. Troppo complicato. Ci siamo spostati alla roulette, sempre una macchina, senza croupier. Ad un certo punto è uscito un numero che ha puntato, ma niente vincita; non abbiamo capito come si fa diventare attiva la scommessa. Un’altra slot, questa le piace perché lo schermo è più colorato. Leggo che con due unicorni nella stessa linea tutti i segni diventano joker. Proviamo. Dopo 5 minuti esauriamo i soldi rimasti sul biglietto. Io vorrei andare via a prendermi una birra ma lei vuole inserire altri 10 franchi. Fatto!

Si continua a premere quel stupido bottone. Ogni tanto si vince anche, ma la somma inevitabilmente scende nel suo complesso. Occasionalmente mi chiede di premere il tasto a posto suo. Mi sto annoiando. Guardo attorno. Centinai di slot, quasi tutte occupate. L’età media dei visitatori mi sembra piuttosto elevata. Vedo anche tanti asiatici. Passando con l’automobile davanti all’ingresso principale che su trova sulla strada superiore, abbiamo visto due pullman pieni di cinesi. Ogni tanto si sente qualche suono; sembra che qualcuno riesce anche a vincere qualcosa. E mentre sto osservando l’ambiente, all’improvviso lo schermo davanti a me inizia a lampeggiare e la cifra con la vincita inizia a girare sempre più veloce. Vedo due unicorni appaiati. Bianca è riuscita a vincere qualcosa, ma faccio fatica a capire quanto. Quando immetti la banconota ti danno i crediti ed ogni credito vale due centesimi di franco, perciò devo moltiplicare per 0,02 quello che vedo sullo schermo che mostra circa 50 mila cocuzze.

Normalmente sono un buon matematico, ma il mio cervello ha subito un blocco. Nel primo tentativo la cifra mi sembra troppo elevata e ripeto il calcolo. Lei normalmente fa fatica a fare due calcoli e mi chiede quanto è il premio. Non rispondo, non voglio dire una cosa inesatta e deluderla. Finito il conteggio decidiamo che basta cosi e premiamo il pulsante “Dammi i soldi”. Esce fuori la ricevuta di 1050 franchi, circa 850 euro. Non ci possiamo credere. Andiamo alla cassa e la cassiera ci da 10 banconote da 100 e una da 50, più qualche spiccio. Cavolo, è vero, abbiamo vinto e la cifra è più che rispettabile. Mia moglie ha sulla faccia stampato un sorriso di quelli che non si vedono tutti i giorni e che qualcuno mi dica che i soldi non fanno la felicità.

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...