RAI, ma cosa fai?

Rai cosa fai

Da un po’ di tempo che mi gira l’intenzione di esprimermi sulla nostra televisione statale che sta diventando una cosa oscena. Il contenitore si è travasato con le Olimpiadi di questi giorni, parallelamente con la campagna di abbonamento promossa da tutti i canali. Io ho pagato il canone in tempo, senza una piccola sovrattassa; ma quando la menzionano non possono dire quanto vale? Tutto nel segno di trasparenza all’italiana, è piccola, ma non ti dico quanto. Se a qualcuno può interessare, si tratta di 4,47 euro per chi paga entro la fine del febbraio. In effetti non è molto e non riesco a comprendere perché si nasconde la cifra.

Allora, io pago regolarmente perché sono un coniglio e ho paura di andare contro le leggi e subire delle sanzioni. Vedo che c’è tanta gente se ne frega altamente di pagare i propri debiti; prendo ad esempio il mio condominio dove ci sono delle morosità spaventose di alcuni condomini, ma non succede niente. Torniamo alla RAI. Come già accennato, ho saldato la somma richiesta e dovrei avere qualcosa in cambio, spero. Così sono tornato venerdì passato dall’ufficio e volevo vedere la fine della cerimonia d’apertura a Sochi. Prendo il telecomando, premo l’accensione e vado su primo canale – niente. Premo il bottone più, ma anche qui lo schermo non presentava il contenuto voluto. Lo stesso con il terzo canale. Ma, sarà su RAI Sport. Sfoglio l’elenco perché non mi ricordo i numeri (ci sono due frequenze). Niente.

Non è possibile, un evento internazionale di questa portata e io non posso seguirlo. Premendo ulteriormente dei tasti finalmente scopro un posto che trasmette l’avvenimento; è Cielo, parte libera dello Sky, quello satellitare a pagamento. Un’anima buona ha deciso di sopperire le sofferenze degli italiano (quelli non abbonati con Sky) mettendo a disposizione gratuita un po’ di gare. Almeno qualcosa, grazie ai privati che i miei soldi non hanno mai visto. Ma quelli che pago quasi non menzionano questa manifestazione sportiva. Tutto ha avuto inizio, penso, hanno scorso quando la metà delle gare di formula uno erano in differita, le partite della Champions son passate a Mediaset.

Ma non si tratta soltanto dello sport. Sui primi 3 canali non mi ricordo quando ho visto un film decente. Tanto tempo fa, spesso guardavo i film su RAI 4, ma sono tempi passati. Recentemente trasmettono soltanto le pellicole firmate Hong Kong, di bassissimo costo e la qualità del tutto scadente. Canali sportivi prevalentemente danno le repliche delle partite giocatesi 30 anni e più fa; non costa proprio niente tirare fuori la registrazione dall’archivio. E mi dicono che sono i migliori in Europa e che hanno 14 canali; ma nemmeno uno che vale qualcosa. Gli hanno aperti tanti per poter dare un posto di lavoro (posto sottolineato e in grassetto) ai parenti, agli amici e a quelli ai quali devono qualche favore.

I soldi per spendere su una programmazione almeno decente non ci sono, ma per i stipendi milionari sì. E dopo quelli ti spiegano che loro paga è coperta dalla pubblicità che accompagna il programma. Ma sei statale e non privato. I programmi che guadagnano sostengono quelli utili che non possono produrre un profitto. Ma così si fa in parte anche a Mediaset. E mi chiedo chi li guarda, per esempio Fazio e Lettizzetto, specialmente quest’ultima. E di un livello disastroso, culturalmente inaccettabile, ma io devo pagarla: non posso scegliere se abbonarmi o no, perché questa è la “nostra” TV. Anche le scimmie protesterebbero se dovessero essere costrette a vedere le sue esternazioni. Mi viene anche qualche dubbio che tutto si fa a posta. Più la gente è scontenta, ci saranno più abbonamenti su Sky e non mi schioccherebbe se si scoprisse che qualche alto dirigente RAI è stato corrotto a proposito. Per loro non cambia niente, pubblico contento o meno, i finanziamenti ci sono, e sono sicuri; per cambiare, paghiamo noi, Italiani.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...